Testo e foto di Tania Mauri

Sorriso aperto, volontà di ferro e voglia di fare. Napoletano doc Diego Vitagliano, classe 1985, ha iniziato da “Carmenella” con Salvatore Esposito quando aveva appena sedici anni. Comincia a lavorare come pizzaiolo per volere del padre, “è l’unico mestiere dove troverai sempre lavoro” e aveva ragione. Dopo la gavetta, nel 2013, inizia a fare una sua sperimentazione sugli impasti e, insieme a Carlo Sammarco, si cimenta nella pizza a canotto, quella con il cornicione alto, che riprende la pizza del Vomero di circa 50 anni fa. Diego però utilizza, per la preparazione, tecniche diverse dal solito e precisamente quelle che si utilizzano per il pane, gli impasti indiretti con biga o poolish. Questo nuovo approccio, che coniuga modernità e sapienza antica, lo porta a studiare come migliorare la digeribilità della pizza e ad approfondire la conoscenza delle farine da utilizzare, dei processi enzimatici e degli shock termici degli impasti.

Grazie a questi presupposti apre la sua prima pizzeria nel 2016 sul lungomare di Pozzuoli ma, visto il successo, diventa presto troppo piccola per contenere i clienti. Così l’anno successivo si trasferisce a Napoli, nel quartiere di Bagnoli, con la sua prima 10Pizzeria Diego Vitagliano, alla quale seguirà una seconda apertura nell’aprile 2019 nuovamente a Pozzuoli con vista sul mare, dove si trasferisce a vivere. In entrambi i locali la proposta gastronomica è la stessa. È cresciuto Diego in questi anni e oggi la sua pizza è leggera e altamente digeribile, morbida ma croccante, dal cornicione pronunciato e ben cotto, piacevole e golosa. Fa un impasto indiretto con prefermento di tipo 1 bio, una lievitazione di 36 ore, alta idratazione e un bassissimo quantitativo di sale. Tutti i prodotti e gli ingredienti sono scelti con la massima cura, frutto di un costante lavoro di ricerca e selezione in tutta Italia ma soprattutto in Campania: carni fresche dai Campi Flegrei dall’azienda agro zootecnica dei fratelli De Gennaro; salumi dall’azienda agricola Bettella; formaggi freschi e latticini campani; olio extra vergine d’oliva pugliese del Frantoio Muraglia, e infine i pomodori, i pesti e la frutta secca sono a marchio 10Pizzeria e provengono da Terramagna Lab, un progetto di piccoli produttori campani.

Pistadella Gluten Free

Dal 21 Maggio, dopo il lockdown Diego Vitagliano ha riaperto le sue due pizzerie nel pieno rispetto delle nuove norme igienico-sanitarie previste continuando il delivery e l’asporto che va a gonfie vele, come i due locali che sono quasi tornati ai numeri pre Covid. “Quando ho riaperto ero felice ed emozionato: dopo anni di attività, per me questa ripartenza è stata come il primo giorno di scuola. Abbiamo lavorato sodo per poter tornare in piena sicurezza, rispettando tutte le norme previste dallo Stato e dalla Regione Campania. E ora finalmente siamo di nuovo in pista! Io e tutta la mia squadra stiamo sul pezzo più di prima e siamo grati alla nostra clientela che non ci ha abbandonato e ci conferma, ogni giorno di più, il suo affetto e la fiducia” commenta il giovane pizzaiolo.

Margherita

Il menu è basato sulla tradizione e attualmente le pizze in carta sono 35 – escluse le senza glutine, che hanno una postazione e un forno a parte per evitare qualunque tipo di contaminazione – divise in: Marinare, Margherite, Montanare e le Altre pizze. Eccezionale la sua Marinara Sbagliata, dedicata al collega Franco Pepe con pomodoro San Marzano DOP, pesto di aglio orsino, confettura di pomodoro San Marzano DOP, origano del Matese, olio extra vergine d’oliva; e degna di nota per il equilibrio perfetto la Baccarina che ha una vellutata di peperoni gialli alla base, capperi di Salina, fior di latte di Agerola, olive taggiasche, baccalà in oliocottura marinato all’arancia, polvere di olive, zest di arancia, basilico e olio Ravece Molino della Signora.

Immancabili i fritti, croccanti e in porzioni generose: alcuni sono tradizionali napoletani, come il crocchè di patate e la frittatina di bucatini – strepitosa – altri sono ispirati alle migliori ricette dell’Italia, come l’arancino, anche nella versione con riso Venere. La panatura è classica, realizzata con acqua, farina e pane grattugiato. Per la pizza gluten free ha un menu interamente senza glutine con 11 pizze e 2 antipasti. Curata anche la carta dei dolci del pasticcere Mario Di Costanzo, e dei vini.

10Pizzeria Diego Vitagliano – Napoli (Bagnoli)

Via Nuova Agnano 1

80125 – Napoli

Tel: 0811 8581919

10Pizzeria Diego Vitagliano – Pozzuoli

Via Campi Flegrei 13

80078 – Pozzuoli (NA)

Tel: 0811 8244808

www. diegovitagliano.it