Pamela Yung e Daniela Soto-Innes

2,00

Cook_inc. 12

PAMELA YUNG e DANIELA SOTO-INNES

A NEW YORK LE RAGAZZE CRESCONO IN FRETTA

  • Testo e foto di Gabriele Stabile

Pamela Yung

Quando avevo 5 anni vivevo a Palermo, passavo le giornate dai miei nonni e credevo che fosse sempre estate. Come regalo di compleanno, papà mi comprò un canarino giallo che chiamammo Picasso. Cantava sempre anche se era in gabbia, e mangiava simiglia. Simiglia è la parola che usiamo in dialetto siciliano per indicare i semi di cui si nutrono gli uccellini. In spagnolo si dice semilla e significa seme. Da sei mesi Semilla è anche il nome di un ristorante a Brooklyn.

E’ un ristorante atipico anche per gli aficionados del mangiar bene d’oggidì, abituati a posare…

(Scarica il PDF per continuare a leggere)

Pamela Yung e Daniela Soto-Innes

2,00

Cook_inc. 12

PAMELA YUNG e DANIELA SOTO-INNES

A NEW YORK LE RAGAZZE CRESCONO IN FRETTA

  • Testo e foto di Gabriele Stabile

Pamela Yung

Quando avevo 5 anni vivevo a Palermo, passavo le giornate dai miei nonni e credevo che fosse sempre estate. Come regalo di compleanno, papà mi comprò un canarino giallo che chiamammo Picasso. Cantava sempre anche se era in gabbia, e mangiava simiglia. Simiglia è la parola che usiamo in dialetto siciliano per indicare i semi di cui si nutrono gli uccellini. In spagnolo si dice semilla e significa seme. Da sei mesi Semilla è anche il nome di un ristorante a Brooklyn.

E’ un ristorante atipico anche per gli aficionados del mangiar bene d’oggidì, abituati a posare…

(Scarica il PDF per continuare a leggere)