Gianluigi Bonelli

2,00

Cook_inc. 5

GIANLUIGI BONELLI

G.E Gastronomy Extra|Ordinaire

  • Testo e Foto di Carla Capalb

PROLOGO: IL FIGLIO DEL MACELLAIO

In una fredda macelleria di un paesino dell’Italia del Nord, un ragazzino ripulisce dal grasso un pezzo di carne più grosso di lui, in religioso silenzio. Suo padre, il macellaio del paese, è un personaggio che incute soggezione e, nonostante le dita irrigidite dal freddo, il ragazzo lavora senza un lamento, un po’ per timore del padre, un po’ per eccesso di orgoglio.

Mio padre era macellaio, di quelli tosti, duro come l’acciaio. Un uomo d’altri tempi, sanguigno come un fegato fresco… So di essere sincero quando dico che da ragazzo ero triste, con le lacrime…

(Scarica il PDF per continuare a leggere)

Gianluigi Bonelli

2,00

Cook_inc. 5

GIANLUIGI BONELLI

G.E Gastronomy Extra|Ordinaire

  • Testo e Foto di Carla Capalb

PROLOGO: IL FIGLIO DEL MACELLAIO

In una fredda macelleria di un paesino dell’Italia del Nord, un ragazzino ripulisce dal grasso un pezzo di carne più grosso di lui, in religioso silenzio. Suo padre, il macellaio del paese, è un personaggio che incute soggezione e, nonostante le dita irrigidite dal freddo, il ragazzo lavora senza un lamento, un po’ per timore del padre, un po’ per eccesso di orgoglio.

Mio padre era macellaio, di quelli tosti, duro come l’acciaio. Un uomo d’altri tempi, sanguigno come un fegato fresco… So di essere sincero quando dico che da ragazzo ero triste, con le lacrime…

(Scarica il PDF per continuare a leggere)