Damiano Donati

2,00

Cook_inc. 9

E che verdura sia

  • Testo di Raffella Prandi
  • Foto di Aarón Gómez Figueroa

“Alain Passard chi?”. Damiano Donati non ha mai sentito nominare il grande chef francese né la sua cuisine légumière ma, tra i giovani della sua generazione, c’è da scommetterlo, è tra i più passardiani. Persino il modo di andarsene in campagna o per orti a osservare come cresce una patata ha curiose assonanze. Di quali piccoli miracoli, con i vegetali, sia capace Passard è noto. Ma è agli atti anche di che cosa sia capace Damiano.

Alla Festa di Vico del 2012, storico happening di Gennarino Esposito in Costiera amalfitana, ancora si ricorda quel tam tam inarrestabile tra la interminabile passerella dei cuochi: “Dov’è la carota?” “Ma la carota dov’è?”. Tutti a cercare quel finger vegetale che nella sua estrema semplicità si imprimeva nel cuore…

(Scarica il PDF per continuare a leggere)

Damiano Donati

2,00

Cook_inc. 9

E che verdura sia

  • Testo di Raffella Prandi
  • Foto di Aarón Gómez Figueroa

“Alain Passard chi?”. Damiano Donati non ha mai sentito nominare il grande chef francese né la sua cuisine légumière ma, tra i giovani della sua generazione, c’è da scommetterlo, è tra i più passardiani. Persino il modo di andarsene in campagna o per orti a osservare come cresce una patata ha curiose assonanze. Di quali piccoli miracoli, con i vegetali, sia capace Passard è noto. Ma è agli atti anche di che cosa sia capace Damiano.

Alla Festa di Vico del 2012, storico happening di Gennarino Esposito in Costiera amalfitana, ancora si ricorda quel tam tam inarrestabile tra la interminabile passerella dei cuochi: “Dov’è la carota?” “Ma la carota dov’è?”. Tutti a cercare quel finger vegetale che nella sua estrema semplicità si imprimeva nel cuore…

(Scarica il PDF per continuare a leggere)