Iñaki Aizpitarte

2,00

Cook_inc. 1

Iñaki’s Factory

  • Testo di Andrea Petrini
  • Foto di Per-Anders Jorgensen

Riprendere il vecchio detto, oramai testo ufficiale sui manuali di cucina in fase col presente – ovvero che Iñaki Aizpitarte è di gran lunga il più influente chef francese apparso sulla scena internazionale dalla prematura scomparsa di Alain Chapel il 10 luglio 1990 a Avignon – è un buon punto di partenza. Ma anche pura tautologia. Da otto anni il caso Aizpitarte fa colare fiumi d’inchiostro propulsando posts a ripetizione per la blogsfera. Aizzando come mai vecchie faide, mettendo a nudo i limiti di una critica gastronomica rimasta anchilosata ahilei! (ma non ahinoi!) ai tempi di Matusalemme. Quando per l’appunto si parlava ancora di cucina. O, peggio ancora, di gastronomia.

(Scarica il PDF per continuare a leggere)

Iñaki Aizpitarte

2,00

Cook_inc. 1

Iñaki’s Factory

  • Testo di Andrea Petrini
  • Foto di Per-Anders Jorgensen

Riprendere il vecchio detto, oramai testo ufficiale sui manuali di cucina in fase col presente – ovvero che Iñaki Aizpitarte è di gran lunga il più influente chef francese apparso sulla scena internazionale dalla prematura scomparsa di Alain Chapel il 10 luglio 1990 a Avignon – è un buon punto di partenza. Ma anche pura tautologia. Da otto anni il caso Aizpitarte fa colare fiumi d’inchiostro propulsando posts a ripetizione per la blogsfera. Aizzando come mai vecchie faide, mettendo a nudo i limiti di una critica gastronomica rimasta anchilosata ahilei! (ma non ahinoi!) ai tempi di Matusalemme. Quando per l’appunto si parlava ancora di cucina. O, peggio ancora, di gastronomia.

(Scarica il PDF per continuare a leggere)