Ana Roš

2,00

Cook_inc. 15

Ana e Noris

In viaggio tra terra e vento

  • Testi di Lorenza Fumelli e Gabriele Zanatta
  • Foto di Paolo della Corte/Buenavista Photo

I colori del bosco sloveno sono: il verde, prima di tutto. In mille sfumature. Poi l’azzurro del cielo quando riesci a scorgerlo tra i rami che si intrecciano ovunque sopra la tua testa. Il giallo, il bianco, il viola, il blu di centinaia di fiori diversi. Il Rosso dei capelli ricci di Noris Cunaccia, irrequieti sul suo volto spigoloso, intenso, segnato dalla natura come un quadro dal tempo, la cui bellezza non svanisce ma si accresce. E color Oro come i capelli di Ana Roš che incorniciano due occhi curiosi, intelligenti, appassionati. Noris, la raccoglitrice di erbe che nascono spontanee sulle Dolomiti. E Ana, la cuoca che ha dato dignità alla cucina del suo Paese, valorizzandone al massimo un territorio, portandolo direttamente dalla terra al piatto.

(Scarica il PDF per continuare a leggere)

Ana Roš

2,00

Cook_inc. 15

Ana e Noris

In viaggio tra terra e vento

  • Testi di Lorenza Fumelli e Gabriele Zanatta
  • Foto di Paolo della Corte/Buenavista Photo

I colori del bosco sloveno sono: il verde, prima di tutto. In mille sfumature. Poi l’azzurro del cielo quando riesci a scorgerlo tra i rami che si intrecciano ovunque sopra la tua testa. Il giallo, il bianco, il viola, il blu di centinaia di fiori diversi. Il Rosso dei capelli ricci di Noris Cunaccia, irrequieti sul suo volto spigoloso, intenso, segnato dalla natura come un quadro dal tempo, la cui bellezza non svanisce ma si accresce. E color Oro come i capelli di Ana Roš che incorniciano due occhi curiosi, intelligenti, appassionati. Noris, la raccoglitrice di erbe che nascono spontanee sulle Dolomiti. E Ana, la cuoca che ha dato dignità alla cucina del suo Paese, valorizzandone al massimo un territorio, portandolo direttamente dalla terra al piatto.

(Scarica il PDF per continuare a leggere)