Douglas McMaster

2,00

Cook_inc. 23

THE SILO MISSION

E DEL PERCHÉ DOUGLAS MCMASTER È UN UOMO IN MISSIONE

“F*ck trends, this is my lifestyle!”

In un susseguirsi di frasi motivazionali, “sono un bravo cuoco, ma non il migliore” non è proprio di grande effetto. “Certo, sono estremamente creativo e ho una profonda conoscenza in fatto di sapori e di equilibri, ma tecnicamente non sono niente di speciale”, dice Douglas McMaster. Ma perché allora il giovane chef va così forte a Brighton, ma anche a Londra e in Australia? Perché i luminari della gastronomia sostenibile di New York sono così entusiasti di lui? Seduti in un locale a East London che, alla fine dell’estate, diventerà il nuovo ristorante Silo, McMaster snocciola con scioltezza una litania di termini gastronomici molto in voga. Di quel vernacolo ormai rodato, una raffica di lemmi da foodie incalliti, una sventagliata a ruota libera del gergo da chef-restaurateur sentita e risentita…

(Scarica il PDF per continuare a leggere)